Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per maggiori informazioni, leggi l'informativa estesa Cookie Policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

| English version
Enereco Portale Informativo
Vai al sito www.enerecosrl.com
Energia eolica
Il vento, come l’acqua, è un fenomeno anch’esso regolato dal sole, il quale riscalda in maniera disuniforme la crosta terrestre creando spostamenti d’aria da luoghi più freddi a luoghi più caldi. L’energia eolica non è altro quindi che l’energia prodotta dallo spostamento di masse d’aria tra zone con diversa pressione atmosferica.

La navigazione a vela è uno dei primi esempi dello sfruttamento delle energie naturali come forza motrice da parte dell’uomo. Già nel 2500 a.c. gli egizi utilizzavano imbarcazioni a vela che sfruttavano l’energia del vento per spostarsi velocemente sui fiumi e sui mari.
Dopo la vela si passò ai mulini meccanici, ed è documentato come il re di Babilonia Hammurabi già nel XVII secolo progettò un sistema di irrigazione della pianura mesopotamica attraverso la costruzione di mulini a vento collegati a ruote per il sollevamento e distribuzione dell’acqua.
I mulini a vento ebbero quindi largo impiego in Mesopotamia, Cina, Egitto, mentre in Europa comparvero solo dopo il Medioevo e di costruzione molto diversa dai primi.
Anche i mulini a vento, come le ruote ad acqua, furono in Europa utilizzati per svariati impieghi: macina del grano e dei cereali, spremitura di olive, sollevamento dell’acqua, energia meccanica per magli e segherie, etc..
Dalla metà del 1300 in Olanda il mulino a vento ebbe un ruolo fondamentale per la bonifica e lo svuotamento delle paludi per il recupero di vaste aree di territorio nei cosiddetti “Paesi Bassi”, bassi perché al di sotto del livello del mare. Questi mulini assolsero pienamente al loro compito fino all’avvento dei sistemi di pompaggio elettrico. Si pensi che fino al 1850 ne esistevano in funzione almeno 9000.
In America la tecnologia del mulino per il pompaggio dell’acqua: “WINDMILLS” è tuttora in auge con milioni di sistemi installati (dal 1880 circa).


I generatori eolici
Per poter parlare di energia eolica applicata alla generazione elettrica in Europa dobbiamo aspettare gli inizi del XX secolo. Infatti già ai tempi della Grande Guerra (1915) erano in funzione qualche centinaio di macchine con potenze che non superavano i 30kW.
Dopo la Grande guerra la tecnologia fece balzi da gigante sviluppando macchine eoliche con potenze che arrivavano fino ai 1200kW. Nei Paesi Bassi e in particolare in Danimarca iniziò un programma per soddisfare il fabbisogno elettrico nazionale grazie all’utilizzo di grosse macchine eoliche. Questo portò la Danimarca ad essere leader in Europa nello studio e la realizzazione di generatori eolici di media e grossa taglia.

 
 
 
Energy Solution:
Copyright 2019 © Enereco Soluzioni S.r.l. - P.I. 03850090246 - Tutti i diritti riservati